News archive 19/07/2021

Campionati Italiani: In Serie A femminile il Mezzolombardo conquista lo scudetto. In Serie A maschil

Articolo di Giovanni Crosato - Foto di Massimo Amerio

Femminile

A Cavalcaselle (Verona) le Finali. Al Mezzolombardo lo Scudetto di Serie A

In B Ceresara all’ultimo Quindici

Si sono svolte a Cavalcaselle, in Provincia di Verona, manifestazione fortemente voluta dal sodalizio presieduto dal presidente Nello Errica, le finali dei campionati di serie A e B femminile, i primi titoli ad essere assegnati nella specialità Open dopo la sospensione del 2020 dovuta al diffondersi della pandemia da Covid-19.

Ad aprire la finalissima di serie B che vedeva di fronte, in un derby tutto mantovano, Ceresara e Cereta, qualificatesi all’epilogo del campionato grazie ai successi in semifinale ottenuti rispettivamente su Aldeno e Tuenno. Come da previsioni della vigilia è stata battaglia, con le due compagini decisi a superarsi a vicenda per ottenere l’importante traguardo. Primo set con il Ceresara sempre avanti nel punteggio e il Cereta a inseguire, ma la maggior freddezza delle prime permetteva loro di chiudere la frazione con il punteggio di 6-3. Pronta la risposta nel secondo della giovanissima formazione guidata da Adolfo Negri che, perso il primo gioco, ne otteneva ben quattro consecutivi, due sul quaranta pari, e si involava sul 4-1 prima di chiudere 6-2 ed impattare il conto dei set. Si andava quindi al tie break per decidere la tredicesima vincitrice del titolo italiano cadetto e la tensione si faceva sentire con il Cereta a portarsi sul 3-1 e il Ceresara a ribaltare la situazione fino al 5-7 in suo favore; di nuovo parità sul 7 pari e poi ancora il team del presidente Fabrizio Pezzini che grazie anche alla miglior esperienza conquistava gli ultimi due punti e con essi il secondo titolo di serie B dopo quello del 2016.

A seguire la finalissima di serie A - in palio lo scudetto numero 40 - con la Tigliolese, mattatrice in semifinale della Cavrianese, che difendeva il titolo conquistato nel 2019, contro il Mezzolombardo, che nel derby di semifinale aveva avuto la meglio sul Segno.

Avvio di primo set tutto per il Mezzolombardo che chiudeva il primo trampolino sul 2-0, ma la Tigliolese non si scomponeva e capovolgeva la situazione passando a condurre per 4-3. Risposta delle trentine che si portavano sul 5-4 e portavano a casa il gioco successivo sul 40 pari conquistando così il primo set. Equilibrio in avvio di secondo set, ma erano le rotaliane, forti del vantaggio acquisito con la vittoria del primo, a dimostrare di avere qualcosa in più delle astigiane che lottavano ma cedevano 6-3 e con esso il quarantesimo scudetto della massima serie femminile al Mezzolombardo, il suo primo, che succede così nell’Albo d’Oro proprio alla Tigliolese, detentrice dei titoli 2018 e 2019. 

Al termine delle gare le premiazioni delle squadre, con i complimenti alla società Cavalcaselle per la perfetta organizzazione, alle squadre partecipanti per l’ottimo spettacolo offerto, agli arbitri che hanno garantito il regolare svolgimento della manifestazione, alla presenza del Presidente federale Edoardo Facchetti, del conigliere federale delegato all’Attività femminile Alessandra de Vincenzi, del vice sindaco di Castelnuovo del Garda Rossella Ardielli, dell’Assessore Thomas Righetti, del Presidente del Comitato provinciale di Verona Luigi Baruffi.

L’Albo d’Oro della serie A vede il Negarine primeggiare con sei scudetti (dal 1987 al 1992), seguito dal Sabbionara (dal 2011 al 2015) e dal Callianetto con cinque (dal 2004 al 2008, il primo Callianetto Chiusano, l’ultimo Callianetto Torino). A quota tre il Rallo (1981-1982-1983), l’Aurora Seriate (1984-1985-1986), l’Aldeno (1993-1994-2001) e l’Alegra Settime (2010-2016 e 2017 ). Due per il Chiusano (1999-2000), per Bergamo (2002-2003), per l’Asti 93 (1995-1996)e per la Tigliolese (2018-2019). Uno per la Pro Loco Settime (2009), il Negrar (1997), il Castello di Cortanze (1998) e il Mezzolombardo (2021).

L’albo d’Oro della serie B vede due titoli per il Ceresara (2016-2021), per il Palazzolo (2009-2012) e per la Monalese (2011-2018), uno invece per Paolo Campora Ovada (2008), Cameranese (2010), Cremolino (2012), Dossena (2014), Mezzolombardo (2015), Tigliolese (2018) e Segno (2019).

Nel pomeriggio di sabato invece a Segno, spareggio tra la squadra di casa e il Dossena, vincitore contro il San Paolo d’Argon, per definire la quarta squadra qualificata alla fase finale di Coppa Italia, in programma a Noarna la settimana di Ferragosto. Grande lotta anche qua, con le orobiche a conquistare il primo set e le trentine a pareggiare i conti nel secondo. A senso unico il tie break con il Segno a chiudere 8-2 e a guadagnarsi così la semifinale del 12 agosto contro le fresche campionesse d’Italia del Mezzolombardo, mentre l’altra semifinale, sempre il 12 agosto, vedrà la Tigliolese opposta alla Cavrianese.

Maschile

Serie A: Solferino solitario in vetta

Quinto turno di ritorno per la massima serie e sfrutta al meglio il turno di riposo del Castellaro il Solferino, che senza problemi si impone sul Cavaion e balza così in vetta solitario.

Saldamente terzo l’Arcene che sul campo di Castelli Calepio non concede spazio al Tuenno. Bene anche il Sommacampagna sul campo del Castiglione.

Exploit del Guidizzolo che conferma il proprio ottimo momento e l’ottima adattabilità al gioco in notturna concedendo un solo gioco al Cremolino, risultato che fa seguito all’ottima prestazione di una settimana fa quando nel derby Stefano Tommasi e compagni riuscirono a strappare un p unto alla capolista Castellaro.

Importante vittoria in chiave salvezza del Ceresara che lascia soli due giochi ad un Sabbionara sempre più in crisi e ultimo a quota a sei punti, uno in meno del Castiglione.

Serie B: Cavrianese cede al Malavicina, Fontigo primo

Quinta giornata ricca di spunti anche per la serie cadetta con il Fontigo che sale in vetta solitario grazie al successo di misura ottenuto sul campo del Bonate Sopra e alla contemporanea sconfitta, sempre di misura, in notturna della Cavrianese che cede a sorpresa nel derby ad un ottimo Malavicina, che, recuperati tutti i suoi effettivi, si sta dimostrando squadra ostica da affrontare per chiunque. Ne approfitta il Bardolino che nel derby veronese supera il Monte e avvicina la coppia di vertice, con la Cavrianese ora distante soli tre punti. Bene il Cereta in casa contro il Capriano del Colle, mentre in coda importantissimo successo per il Valle San Felice che espugna Castelli Calepio e allunga in graduatoria sui bergamaschi, che ora vedono il penultimo posto distante ben cinque punti.

Nell’unico incontro in programma domenica grande equilibrio a Palazzolo con il Ciserano che la spunta al tie break.

 

Risultati sabato 17 e domenica 18 luglio

Finali Serie A e B femminile – Cavalcaselle (Verona) – domenica 18 luglio ore 15

Ore 15 – Finale Serie B – Cereta-Ceresara 1-2 (3-6, 6-2, 7-9) (Arbitri: Facciotti, Bianchi, Vicari)

Ore 17.30 – Finale Serie A – Mezzolombardo-Tigliolese 2-0 (6-4, 6-3) (Arbitri: Sogliani, Frare, Fraccaroli)

Qualificazione Coppa Italia – Spareggio – sabato 17 luglio ore 16

Campo di Segno – Segno-Dossena 2-1 (3-6, 6-3, 8-2) (Arbitro: Tavernini)

Maschile

Serie A – 5^ giornata di ritorno

Ceresara-Sabbionara campo di Goito 2-0 (6-2, 6-0) (Arbitri: Bressan, Viviani, Carletti), Cavaion-Solferino 0-2 (1-6, 1-6) (Arbitri: Tavernini, Filippi, Angeli), Guidizzolo-Cremolino 2-0 (6-1, 6-0) (Arbitri: Caliaro, Fraccaroli, Frare), Castiglione-Sommacampagna 0-2 (3-6, 0-6) (Arbitri: Legnani, Bertoloni, Vicari), Arcene-Tuenno campo di Castelli Calepio 2-0 (6-1, 6-2) (Arbitri: Teli, Galli, Locatelli), riposa Castellaro.

Classifica: Solferino p.41, Castellaro* p.39, Arcene* p.34, Sommacampagna* p.31, Cremolino p.29, Ceresara p.16, Guidizzolo p.15, Cavaion e Tuenno* p.11, Castiglione* p.7, Sabbionara p.6.

* hanno già osservato il proprio turno di riposo

Prossimo turno (sabato 24 luglio ore 21.30): Tuenno-Ceresara, Cavaion-Sabbionara, Solferino-Guidizzolo, Castellaro-Castiglione, Sommacampagna-Arcene, riposa Cremolino.

Serie B – 5^ giornata di ritorno

Palazzolo-Ciserano 1-2 (4-6, 6-5, 3-8) (Arbitro: Formolo), Cavrianese-Malavicina sabato ore 21.30  1-2 (3-6, 6-5, 4-8) (Arbitro: Rizzi), Bonate Sopra-Fontigo sabato 1-2 (5-6, 6-1, 2-8) (Arbitro: Paganelli), Monte-Bardolino sabato ore 15 0-2 (3-6, 2-6)  (Arbitro: Frasnelli), Cereta-Capriano del Colle sabato 2-0 (6-1, 6-0)  (Arbitro: Bianchi), Castelli Calepio-Valle San Felice sabato 0-2 (5-6, 4-6) (Arbitro: Assoni).

Recupero: Bonate Sopra-Capriano del Colle 1-2 (6-4, 5-6, 6-8) (Arbitro: Locatelli).

Classifica: Fontigo p.40, Cavrianese p.39, Bardolino p.36, Bonate Sopra p.32, Palazzolo p.28, Cereta p.26, Ciserano p.25, Monte p.17, Malavicina p.15, Capriano del Colle p.13, Valle San Felice p.11, Castelli Calepio p.6.

Prossimo turno (domenica 25 luglio ore 16): Valle San Felice-Palazzolo sabato ore 15, Ciserano-Malavicina, Cavrianese-Bonate Sopra sabato, Fontigo-Monte sabato, Bardolino-Cereta venerdì ore 21.30, Capriano del Colle-Castelli Calepio.