News archive 28/06/2021

Serie A e B maschile - il riassunto della 2° giornata di ritorno

A maschile non si ferma l'Arcene, il Cavaion conquista un punto nel derby veronese contro il Sommacampagna, in B il Fontigo vince in formazione rimaneggiata.

Articolo di Franco Longo - Foto di Luigi Bana

Il duello in vetta Castellaro – Solferino prosegue. Entrambe hanno raccolto l'intera posta in palio. I campioni d'Italia hanno avuto la meglio sul Ceresara nel derby virgiliano. Netta la prova di forza della capolista che ha lasciato davvero poco ai rivali.

Analogo discorso per il Solferino che dopo una lieve flessione nel finale del girone di andata sta tornando a vincere con regolarità. Manuel Beltrami e compagni con una prestazione di grande forza hanno messo ko il Tuenno. La squadra di Jonny Negherbon ha disputato una discreta prestazione, ma alla fine la differenza tecnica di valori è stata determinante. I tuennesi hanno combattuto con impegno e generosità, arrivando ben cinque volte al quaranta pari (3-2 in favore dei mantovani lo score finale). Solferino devastante nel primo set. Dal 1-1 in avanti era un monologo di Manuel Beltrami e compagni che chiudevano il primo set sul 6-1. Nel secondo set la gara manteneva lo stesso andamento. Virgiliani avanti in maniera decisa: 0-2, 0-4, 1-5. Seguiva una lieve rimonta del Tuenno che riduceva lo svantaggio sul 5-3, ma nulla poteva fare per evitare il ko. Mercoledì nel turno infrasettimanale i tuennesi saranno opposti al Castiglione, uno scontro salvezza dove fare punti è d'obbligo.

Il Sabbionara torna con un punto dall'insidiosa trasferta di Cremolino. Gli aviensi hanno vinto il primo set. Gara combattuta fino al 3-3, poi i trentini facevano un bell'allungo chiudendo il set 6-3 a loro favore. Gli alessandrini si riscattavano nel secondo. Si arrivava cosi al tie break. Il Sabbionara iniziava bene portandosi avanti fino al 6-3, ma non riusciva a dare il colpo del ko alla compagine diretta da Antonio Surian che con caparbietà e sfruttando le indecisioni degli avversari riusciva a rimontare e a vincere ottenendo due punti davvero insperati per come si era messa la gara. Gli aviensi hanno avuto il demerito di non aver saputo controllare la gara, un aspetto che al direttore tecnico Andrea Fiorini non è affatto piaciuto.

Altra prestazione convincente dell' Arcene che fa suo il derby lombardo mettendo ko la mantovana Guidizzolo. Nel primo set Davide Gozzelino e compagni andavano avanti senza problemi imponendo il loro gioco ai rivali. Si arrivava sul 5-0 per il team bergamasco. Nel secondo set il Guidizzolo è riuscito a contrastare di più gli avversari. Equilibrio fino al 2-2, poi monologo dell' Arcene che con un parziale di 4-0 metteva ko gli avversari conquistando tre punti di fondamentale importanza per il suo campionato fino a questo momento molto positivo.

Il Sommacampagna si conferma squadra imprevedibile lasciando un punto al Cavaion nel derby veronese. Dopo il primo set vinto da Sandro Albertini e compagni sembrava tutto facile, ma i ragazzi di Edoardo Peroni non si sono rassegnati, vincendo il secondo set e arrendendosi solo al tie break.

Per la squadra di Giampaolo Merighi un altro mezzo passo falso contro una squadra di bassa classifica, cosa che in questo campionato si era già verificata contro il Castiglione, un aspetto sul quale si deve ancora lavorare. La squadra è di ottimo livello, d'altra parte non si prendono punti contro Castellaro e Solferino per caso, ma per essere a livello delle due big deve ancora migliorare in termini di personalità e cattiveria agonistica.

In B ll Valle San Felice gioca una gara dignitosa. La Cavrianese ci mette la sua esperienza e la qualità dei singoli e cosi si aggiudica l'incontro. Il primo set vedeva i mantovani controllare la gara e mettere ko i rivali senza grosse difficoltà. Altro ko per il Castelli Calepio sconfitto nel derby orobico dal Bonate Sopra. Il periodo negativo dal punto di vista dei risultati in casa Castelli Calepio sembra davvero non avere fine.

Il Cereta soffre nel primo set contro il Monte, vittoria sofferta e di misura per i mantovani, dove c'è da segnalare il ritorno in campo di Campolongo, ancora non al meglio. Per la compagine di Luigi Bertagna comunque si tratta di un recupero molto importante.

Alla vittoria della Cavrianese di venerdì risponde la capolista Fontigo con un'altra prestazione di grande maturità. La compagine di Mirko Piazza in formazione rimaneggiata, causa le assenze di Marco e Gianni Borsoi ha saputo imporsi contro una squadra di buon livello come il Ciserano. A fondocampo ha giocato Stefano Mazzero, prestazione eccellente. Sempre regolare Manuel Bortolamiol e da lodare la prova del terzino Devis Bertazon, protagonista di tantissimi 15. Il Fontigo oltre ad essere una squadra di ottimo livello come collettivo è anche un ottimo gruppo, capace di risolvere i problemi che si possono presentare nel corso di una stagione e di un campionato molto duro e impegnativo come quello cadetto. La società oltre ad essere la capolista del campionato di B lavora molto bene anche con i giovani e pur di far crescere gli atleti del suo vivaio disputa i campionati di C e D e giovanili in provincia di Trento. Fontigo da anni è l'unica compagine che rappresenta a livello nazionale il tamburello trevigiano.

Il Bardolino si impone solo al tie break contro il Palazzolo. Le squadre si erano affrontate anche in settimana per accedere alle semifinali di Coppa Italia in programma nel mese di agosto a Noarna.

Va al Malavicina il derby lombardo contro il Capriano del Colle: 6-2, 6-0. Per i mantovani un bel salto in avanti in classifica.

Serie A risultati 2° di ritorno

Tuenno-Solferino 1-6, 3-6; Castellaro-Ceresara 6-0, 6-2; Arcene-Guidizzolo 6-1, 6-2; Cremolino – Sabbionara 3-6, 6-4 (tb 8-6); Sommacampagna – Cavaion 6-3, 3-6 (tb 8-4). 

Serie B risultati 2° di ritorno

Cavrianese-Valle San Felice 6-1, 6-4; Castelli Calepio-Bonate Sopra 2-6, 3-6

Cereta – Monte 6-5, 6-0; Fontigo-Ciserano 6-3, 6-2; Bardolino-Palazzolo 3-6, 6-4 (8-4); Capriano del Colle-Malavicina 2-6, 0-6.